itenfr

Alt Intro Image

Lo spreco più grande

Vi siete mai chiesti qual è lo spreco più grande? Quello che, se fosse eliminato, permetterebbe davvero un cambio di marcia alle aziende e alla vostra vita?

Chiaramente non può essere uno dei 7 muda, perché quelli sono frazionati e, in gran parte, conseguenza di altre cause di spreco. Ad esempio, conseguono dalla variabilità (mura) e dal sovraccarico (mura).

Ma c’è altro. Ad esempio, c’è “l’ottavo spreco”, le competenze mal impiegate: l’incapacità dell’azienda di mettere a frutto le competenze e l’energia di tutti i propri collaboratori.

Eppure, io credo che c’è un altro spreco, ancora maggiore. Non si trova ancora nei libri aziendali, ma ce lo indica la psicologia e, credo, dovremmo considerarlo.

Io, lo chiamo lo “spreco transazionale”.

Alt Intro Image

Allenare le proprie competenze come un pro!

Come sviluppare le proprie competenze? Basta portare avanti il proprio lavoro? È necessario seguire dei corsi? Occorre leggere?

Certo tutto questo è fondamentale, ma fino a un certo punto. Chiedete ad un allenatore di calcio se, per diventare bravi giocatori, basta giocare molte ore: "Fino a un certo punto", dirà, "Sono forse inutili il tempo passato a sviluppare tecnica, fiato, tattica?"

Anche in questo campo, lo sport è molto avanti. Costante Girardengo, nel 1910, per allenarsi andava a lavorare in bici : casa - fabbrica - casa erano 50 chilometri al giorno. Ma da allora i metodi di allenamento hanno fatto molti passi avanti.

L’azienda (e, in generale, lo sviluppo delle competenze professionali), invece, sono al palo. Esistono metodi di allenamento delle competenze? E cosa dire delle VOSTRE competenze? Come ve ne occupate?

Alt Intro Image

Management: l'arte dimenticata

I manager sono importanti. Senza manager gli sprechi prenderebbero il sopravvento, l’immobilismo dilagherebbe. Se gli operatori aggiungono valore per il cliente, i manager si assicurano che siano nelle condizioni di farlo. Vanno ringraziati per questo.

Certo, molti sono solo interessati al tornaconto personale, ma sono di più quelli vogliono far bene. Peccato, però, che siano spesso abbandonati a loro stessi.

Anche tu sei un manager e ti senti abbandonato?  Ti pare che l'azienda in cui lavori ragioni in modo assurdo? Questo blog ti può interessare. 

Alt Intro Image

Condividere e realizzare un sogno in squadra.

Un partecipante alle Conferenze del lunedì mi scrive: “Ho sentito con piacere il tuo webinar, in tantissime cose espressioni esempi mi sono ritrovato profondamente. Ti faccio una domanda: come generare motivazione del team e condividere un sogno da realizzare tutti insieme?”

Wow, questo sì che è un bell’obiettivo: creare un sogno da realizzare assieme. Certo, è un saper fare che non è descrivibile in un post, né in un libro o in una biblioteca di libri. E' una esperienza, e si conosce solo quando si è esperita. Al tempo stesso, parlarne vuol dire creare un’occasione di riflessione al riguardo - anche per me, e per questo ti ringrazio per la tua domanda.

Questa domanda dice alcune cose su che tipo di manager sei – o tenti di essere. Esploriamole brevemente, e poi entriamo nel merito.

Alt Intro Image

Per mettersi in proprio

Ti è mai capitato che al mattino, nello specchio, ti confessi di non farcela più a lavorare in azienda? Che vorresti metterti in proprio, aprire una partita Iva, seguire i tuoi sogni e le tue ambizioni?

Non sei solo. È capitato anche a me, circa 10 anni fa. È capitato anche a un mio amico, di recente, che mi ha chiesto: “ma quali sono le caratteristiche che occorre avere per fare il Grande Passo?”. Questo blog è per lui e per chiunque si ponga tali domande.

Image
Image

Joomla Theme

It is the best Joomla template in the market, because we have boosted the constructor so that you can create unlimited pages that are never the same.

Unitemplates

For 10 years we have created the best template for Joomla.